Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Gli adulti in 17 grandi economie intervistate hanno affermato che i nostri figli starebbero peggio di noi dal punto di vista finanziario

Una strada deserta di New York | Comuni

dimensione del font:

Nuova Delhi: Un nuovo sondaggio mostra che una chiara maggioranza degli adulti in 17 economie avanzate ritiene che i propri figli staranno finanziariamente peggio da adulti di quanto non lo siano loro, a quanto pare riferendosi all’impatto psicologico della pandemia di Covid-19 anche se le prospettive per le economie migliorano.

Secondo il sondaggio del Pew Research Center, un think tank apartitico con sede negli Stati Uniti, il 68% degli intervistati adulti in economie come gli Stati Uniti e il Regno Unito è pessimista sul futuro dei propri figli.

Francia (77 percento), Italia (72 percento), Spagna (71 percento), Giappone (77 percento) e Stati Uniti (68 percento) sono alcuni dei paesi meno ottimisti. Tuttavia, il 61 percento a Singapore e il 50 percento in Svezia hanno una visione ottimistica.

L’indagine è stata condotta dal 1° febbraio al 26 maggio in 17 paesi: Australia, Regno Unito, Svezia, Belgio, Corea del Sud, Giappone, Francia, Paesi Bassi, Germania, Canada, Stati Uniti, Grecia, Italia, Spagna, Singapore, Nuova Zelanda e Taiwan.


Leggi anche: $ 97 milioni nel 1991 a $ 82 miliardi nel 2021 – Come le riforme hanno reso l’India una destinazione preferita per gli investimenti diretti esteri Foreign


collegamento con covid

Il rapporto Ha notato che le persone che affermano che la crisi di Covid è stata “gestita male dal loro governo” e coloro che affermano che l’economia non si riprende in modi che mostrano le debolezze della loro economia è più probabile che dicano che l’attuale situazione economica è negativa e che i bambini lo faranno. fare così. essere finanziariamente peggio dei loro genitori”.

Il pessimismo è aumentato notevolmente in alcuni Paesi dopo il Covid, soprattutto in Italia, Stati Uniti, Germania, Corea del Sud e Grecia.

Mentre americani e sudcoreani sono più pessimisti ora di quanto non lo fossero dal 2013, Regno Unito, Svezia, Australia e Paesi Bassi hanno mostrato una tendenza diversa, con i partecipanti che sono diventati più ottimisti sul futuro dei loro figli nel 2021 rispetto al 2019.

La presentazione economica complessiva è stata migliorata

Il sondaggio ha anche toccato ciò che la gente pensa della situazione economica nazionale durante la pandemia. Le opinioni variano ampiamente tra le 17 economie, con il 52 percento che pensa che la situazione sia cattiva e il 48 percento che pensa che sia buona.

Svezia (86 percento), Australia (74 percento) e Nuova Zelanda (73 percento) sono i più ottimisti, mentre Spagna (87 percento), Italia (87 percento) e Giappone (80 percento) sono i meno ottimisti. .

I partecipanti provenienti da Belgio, Regno Unito e Canada si sono divisi su questo argomento, con una percentuale leggermente più alta che ritiene che la situazione economica nazionale sia negativa.

Tra le numerose audience, le opinioni sull’economia nazionale sono state più positive quest’anno rispetto allo scorso anno. I giudizi positivi sull’economia sono aumentati maggiormente in Australia, con il 74% che ora afferma che la situazione economica è buona, rispetto a solo il 36% nel 2020. I giudizi positivi sono aumentati anche in Svezia e nei Paesi Bassi, ma anche nel 2020 le maggioranze sono in quei due paesi. I paesi continuano a dire che l’economia è buona”. Egli ha detto.

Nonostante le numerose misure di blocco per arginare la diffusione del coronavirus, le prospettive per le economie di Svezia e Australia non sono mai state migliori, da quando l’indagine è iniziata rispettivamente nel 2007 e nel 2008.

Tra il 2020 e il 2021, ad eccezione degli Stati Uniti (-1 per cento) e della Spagna (-2 per cento), tutti i paesi hanno mostrato maggiori speranze di ripresa economica rispetto allo scorso anno.

È stato anche scoperto che le opinioni sulla condizione economica di un paese sono direttamente correlate al modo in cui gli intervistati ritenevano che fosse stata gestita la pandemia.

Questo è particolarmente vero in Germania e Canada, dove coloro che affermano che l’epidemia è stata gestita bene nel loro paese hanno 38 punti percentuali in più di probabilità di affermare che l’economia sta andando bene rispetto a coloro che affermano che l’epidemia è stata gestita male”.

(a cura di Amit Upadhyaya)

READ  Corona Virus: Biden esorta gli americani a vaccinare con l'obiettivo del vaccino a rischio - come è successo

Leggi anche: Asian Development Bank riduce le previsioni di crescita economica dell’India al 10% per l’anno fiscale 2022


Iscriviti ai nostri canali su Youtube & cavo

Perché i media sono in crisi e come risolverlo

L’India ha bisogno di una stampa libera, equa, non connessa e più scettica in un momento in cui sta affrontando molteplici crisi.

Ma i media sono in crisi. Ci sono stati licenziamenti brutali e tagli salariali. Il meglio del giornalismo sta diminuendo, risultando in una scena maleducata in prima serata.

ThePrint ha i migliori giovani giornalisti, editorialisti ed editori che lavorano per questo. Mantenere un giornalismo di questa qualità ha bisogno di persone intelligenti e premurose come te che lo paghino. Che tu viva in India o all’estero, puoi farlo qui.

sostieni la nostra stampa