Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Giulio Chicone lascia il Giro d’Italia davanti al 18°

Giulio Cicco (Trek-Secafredo) non ha potuto iniziare la 18° tappa del Giro d’Italia dopo essere stato coinvolto in un incidente mercoledì.

Il due volte vincitore della Zero Stage, uno dei tanti corridori che sono caduti a circa 25 km per andare alla tappa 17, era lo stesso mucchio che ha abbattuto Remco Evneboy. Chickon è riuscito a risalire in sella alla sua moto senza molto indugio, chiudendo la tappa al 28° posto, finendo tra i primi 10 della classifica generale.

Accompagnato dai compagni di squadra Amanuel Keprekjapier e Vincenzo Nibali, è stato valutato dallo staff medico di Chickon e sempre la mattina del 18 ha dichiarato di aver “avuto subito una forte commozione cerebrale nella regione lombare della schiena”. E la mano sinistra”. Tutti e tre erano presenti alla firma a Roveretto, ma Trek-Secafredo ha deciso tardivamente di ritirare il giovane italiano.

Giulio Chickon, che di solito è un cacciatore di tappe, ha fatto una grande gara come compagno di squadra con l’ex vincitore del Giro Nibali, che ha mostrato il suo caratteristico stile d’attacco nel 3° round, pur mantenendo la coerenza necessaria per prendere una top-10 assoluta.

Lascia il Giro d’Italia 2021 a mani vuote, ma ha dimostrato di essere un concorrente della classifica generale.

READ  Giro di Italia 2021: Anteprima Livello 16