Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Francia e Germania prevedono di spendere miliardi per riprendersi dall’epidemia

Francia e Germania hanno sviluppato congiuntamente piani per spendere miliardi dall’Epidemic Recovery Fund dell’Unione europea con l’obiettivo di combattere i cambiamenti climatici e promuovere l’uso della tecnologia digitale in tutti i settori dell’economia.

I ministri delle finanze delle due maggiori economie dell’Unione europea hanno sottolineato martedì la loro determinazione condivisa a utilizzare la spesa per trasformare l’economia europea e far ricrescere il continente ancora una volta mentre gli Stati Uniti e la Cina sono in ritardo nella ripresa dalla recessione pandemica.

Secondo la formula del fondo, la Francia dovrebbe ottenere circa 40 miliardi di euro (48 miliardi di dollari), mentre il ministro delle finanze tedesco Olaf Schulz ha detto che il suo paese prevede di spendere circa 30 miliardi di euro (36 miliardi di dollari). Schulz ha detto che metà del denaro andrà a progetti verdi e un quarto per diffondere l’uso della tecnologia digitale. Ha detto che il fondo si baserà su misure di sostegno e stimolo interne già approvate dal governo tedesco

Ha descritto il fondo come “un passo pionieristico per l’Europa”.

Il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire ha esortato la Commissione europea, il ramo esecutivo dell’Unione europea, a valutare rapidamente i piani in modo che il denaro possa iniziare a fluire negli Stati membri dal fondo di 750 miliardi di euro (906 miliardi di dollari) già a luglio, osservando che gli Stati Uniti e la Cina si sono ripresi più velocemente. Ha detto che da quando il fondo è stato approvato, “abbiamo perso molto tempo” e che “l’Europa deve restare in corsa”.

Il governo spagnolo ha anche approvato la sua proposta su come vuole investire i fondi di recupero. La Spagna, colpita duramente dall’epidemia, dovrebbe ottenere 140 miliardi di euro (166 miliardi di dollari) – metà dei pagamenti diretti e l’altra metà in prestiti – dal piano di ripresa dell’Unione europea, secondo solo all’Italia. In linea con le priorità dell’UE, il governo di sinistra spagnolo si è concentrato molto sulla creazione di un’economia più verde, aumentando al contempo la produttività per un’economia che si è ridotta dell’11% lo scorso anno.

READ  La Russia riprende i voli con Italia, Stati Uniti e altri Paesi - affari ed economia

Il denaro arriva con la pressione di Bruxelles per affrontare i problemi individuati dalla revisione della Commissione europea delle politiche economiche degli Stati membri. Alla Spagna, ad esempio, viene chiesto di riformare le leggi sul lavoro, le pratiche fiscali e le pensioni. I paesi con sistemi fiscali bassi come l’Irlanda o Cipro sono sotto pressione per scoraggiare la pianificazione fiscale aggressiva da parte delle multinazionali.

Il piano di risanamento dell’Italia di 221,1 miliardi di euro (267,3 miliardi di dollari) include misure per ridurre l’arretrato dei casi davanti ai tribunali, che sono un peso per le aziende che non possono risolvere rapidamente le controversie commerciali.