La società di energia rinnovabile Falck Renewables, un’unità del gruppo industriale italiano Falck Group, ha annunciato che fornirà energia solare all’unità italiana della società chimica belga Solvay Chemicals attraverso un accordo di acquisto di energia di 10 anni.

“Il contratto decennale coprirà circa il 70% dell’energia prodotta dall’impianto solare e rappresenterà un importo pari al fabbisogno di energia elettrica di quattro impianti Solvay in Italia: Bolati, Osbet, Livorno e Rosinano-Unita Produtiva Perusidati”. ha dichiarato la società in una nota.

L’elettricità sarà fornita da un parco solare da 41,1 MW situato in provincia di Foggia, nella regione meridionale della Puglia, che dovrebbe essere collegato con una capacità di accumulo di 10 MW / 20 MW all’ora. “Il design attuale si basa su file alternate di pannelli solari con file di ulivi, comprese le specie Fs-17 resistenti alla Xylella”, ha spiegato la società. “Il piano prevede che la gestione dell’oliveto sarà affidata a operatori locali specializzati, organizzati come impresa sociale, che beneficeranno dell’attività agricola, consentendo la creazione di posti di lavoro locali e la crescita economica in Puglia”.

La società non ha fornito altri dettagli tecnici o finanziari del progetto.

Pochi giorni fa Falck Renewables si è aggiudicata un Power Purchase Agreement (PPA) per 17,5 megawatt di energia solare situata in Sicilia dal Gruppo Ferrero. Compreso l’accordo con Solvay, la società si è finora assicurata tre PPA solari nella penisola italiana.