Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Dopo un’altra brillante tempesta “Torey”, il campione degli US Open Jon Ram è stato eliminato

SAN DIEGO – Non è stato uno sciopero della tigre, ma ripeto, il tiro alla 72esima buca di Tiger Woods non gli ha fatto vincere il Campionato Nazionale 2008. Il tiro all’ultima buca di Jon Ram è stato, anche col senno di poi, una gita ben intenzionata.

Ma il ruggito – oh, sì, il ruggito – era meravigliosamente simile.

La cacofonia è arrivata a Black’s Beach, un boom che scandisce una giornata caotica e un capitolo ancora più caotico nella movimentata carriera di Ram.

L’USGA ha finalmente rivelato il suo nuovo slogan per gli US Open di quest’anno: “Di molti, uno”, un’ode al DNA democratico di questo torneo. Domenica a Torrey Pines, è stata una testimonianza del round finale più controverso da quando Woods ha investito Rocco Medet con una gamba rotta nel 2008.

Molti hanno iniziato quest’ultimo ruolo con visioni di cerimonia di premiazione nelle loro teste. Tre di loro avevano una parte del vantaggio durante la notte – Louis Oosthuizen, Russell Henley e Mackenzie Hughes – e 17 erano a cinque colpi da quel tre set.

Lentamente, costantemente e sadicamente, tutti questi aspiranti eroi caddero.

Henley e Hughes sono usciti presto dalla faida, ciascuno aprendo la prima buca e poi unendosi per giocare n. 5-8 a 5. Quando gli ultimi gruppi si sono alternati, 10 giocatori sono stati legati o uccisi. In 45 minuti quel numero era sceso a soli due minuti.

Brooks Koepka, che ha segnato quasi un’ora e mezza prima del set finale, si è avvicinato molto al vantaggio con un tiro da 16 piedi per un birdie alla 15a buca dopo 3 senza errori alla nona apertura. Tuttavia, due spauracchi nelle sue ultime tre buche, incluso un tiro che è andato giù nel 5° 18° dopo un chip fallito, lo hanno lasciato in parità per il quarto posto.

“Tutto sommato, non avevo davvero le mie cose. Potrei finire sesto e settimo. Questo è quello che è. Non molto felice. “Koepka, che ora è finito tra i primi quattro nelle sue ultime quattro partite in questa nazionale campionato, ha detto: “Penso che potrebbe andare peggio”.

Rory McIlroy era il prossimo. Dopo aver preso una parte del vantaggio alla fine della partita di apertura nove, il campione del 2011 ha avuto un tre 11 bogey e ha fatto un pasticcio intorno al green 12, uno ha fatto un pasticcio da una bugia sinistra bloccata nella sabbia, in rotta verso un doppio 6 bogey .

READ  Il lanciatore di UConn Justin Willis è sopravvissuto al crollo di un appartamento in Florida

McIlroy sospirò, “E ‘stato davvero avere due buchi che hanno fermato la corsa del titolo.”


McIlroy, DeChambeau discute il prossimo in poche parole


Ma il momento più emozionante è stato riservato a Bryson Dechambau. Dopo essersi spostato in una parte del vantaggio con un uccellino al n. 8, la rottura è iniziata con uno spauracchio back-to-back al n. 12 e 13. Come se il pomeriggio non fosse abbastanza frenetico, mentre Deschamps stava 13 buca un fan si è precipitato nel fairway con un putter e alcune palle in mano. Dopo aver ballato e tirato qualche tiro dal fairway, l’eccessiva cheerleader è stata contrastata dal top player di San Diego. Per non essere sopraffatto, DeChambeau ha sparato il suo approccio sul green 13 e la sua palla si è fermata vicino alla cassa di Stella Artois.

Max Homma ha scritto su Twitter, riferendosi alla faida tra DeChambeau e Koepka avvenuta due settimane fa al memoriale quando Koepka ha offerto birra gratis ai fan che hanno infastidito DeChambeau.

DeChambeau ha raddoppiato la tredicesima buca, completando tre buche e 4 nel tratto finale che gli è costato la seconda vittoria consecutiva agli US Open.

“E ‘stato un po’ strano”, ha detto Deschamps, che è caduto da un palo per la prima volta nelle ultime nove partenze a un pareggio per finire 26. “Sono caduto due volte in 13. Voglio dire, è stato davvero strano. Non so cosa sia successo. Poi c’è stato un filo È venuto, e non avevo idea di cosa fosse successo con quello. Sono solo contento che un ufficiale lo abbia vestito. È stato divertente.”

No, non è stato divertente. Ma poi di nuovo, le slot americane quasi non lo sono. Il merito è disordinato e la 121a edizione ha lasciato molto da ripulire.

Tra il clamore e le polemiche, Ram si è distinto. Nonostante tutta la follia, lo spagnolo era la relativa calma nella tempesta SoCal.

READ  I Blue Jays avevano bisogno di un modello perché il primo successo di Bichette lavorasse anche con Manoah

Un nove anomalo stava flirtando con il recinto di confine, ma tollerava 3 piedi di uccelli. Ha mancato il green all’undicesimo, il più difficile che Tory Pines ha dovuto fare il quarto giorno, ma ha cercato di pareggiare. Un’altra spinta selvaggia alla buca 15, la stessa cosa che lavorare.

È stato senza scuse per gli US Open fino alla fine. Fino a quando non ha caricato con un uccello alto 24 piedi nella buca 17 per agganciare Oustoizen e abbaiare nell’oscurità di giugno.


Ram dice “stelle in fila” dopo aver vinto gli US Open

Ram dice

DeChambeau ha parlato a lungo degli sfortunati rimbalzi e delle brutte interruzioni sulla sua strada verso la chiusura del 77. È qualcosa che avrebbe mandato una versione più piccola di Rahm in una spirale discendente, ma non questa. Il padre ventiseienne di Kepa rotolava con ogni pugno che tirava a South Court. Non è sempre stato così.

Anche all’inizio di questa settimana, gli è stato chiesto dei suoi nervi durante il corso. “Ho intenzione di scappare da questa domanda?” lamentato.

Forse questa esibizione, e questo Ram, avevano finalmente messo a tacere la questione del suo temperamento.

“In passato, ero frustrato agli US Open”, ha ammesso. “Ho creato un sacco di passeri e tonnellate di passeri e doppi fantasmi, e sono stato in grado di cambiarlo questa settimana e ho creato e fatto più uccelli di Evil Birds”.

Il suo piede di 18 piedi giù per la collina alla buca 18 è stata una vittoria calcolata. Avendo mancato il green al secondo tiro, Ram e il pugile Adam Hayes hanno deciso di allontanarsi dalla buca ed evitare gli ostacoli d’acqua e i potenziali disastri in agguato dietro la linea retta. È stata una mossa intelligente.

“Sento che gli US Open sono i più difficili da vincere perché le condizioni saranno più dure”, ha detto Hayes. “Farlo in un posto così speciale e quello che è successo al Muirfield e le aspettative, è semplicemente incredibile. Era molto più calmo oggi rispetto a ieri. Sapeva che stava giocando bene”.

Per quanto riguarda il sottotesto, la vittoria in un colpo solo di Ram su Austuizen è oltremodo complessa. Torrey Pines è ora il luogo della sua prima vittoria in un torneo importante, la sua prima vittoria al PGA Tour (2017 Farmers Insurance Open) e la sua prima vittoria in nazionale. È anche tagliato lungo le stesse aspre pendici in cui Ram presenta sua moglie Kelly.

Per l’orgoglio di Barrica, in Spagna, questo angolo idilliaco della costa meridionale della California è diventato la sua casa.

“Amo Torrey Pines e lui ama me”, ha detto.

Due settimane fa, Ram è diventato una sfortunata nota a piè di pagina come il primo leader a doversi ritirare da un evento del tour dopo essere risultato positivo al COVID-19 al memoriale. Aveva un vantaggio di sei colpi e un totale di 54 buche in quel momento.

“Ha vinto due campionati di fila”, ha detto McIlroy. “Non mi interessa quello che dice qualcuno.”


US Open: Punteggio pieno | piena copertura


Alcuni possono sentirsi morsi da un boa comprensibile; Anche se le regole potevano essere regole, tutto sembrava estremo ma non ariete, e qualsiasi karma che potesse avere, reale o immaginato, avrebbe funzionato bene a Torrey Pines.

“Sembrava una favola che sapevo avrebbe avuto un lieto fine”, ha detto. “Potevo solo dire, solo andando lungo il corridoio dopo il primo tee shot, quel secondo colpo e quel jumper, sapevo che c’era qualcosa di speciale nell’aria. Potevo sentirlo. Lo sapevo. “

Anche con i gruppi ancora sul campo da golf, anche il pubblico lo sapeva. Questo è stato un altro momento per Torrey Pines.

Dieci anni fa, Woods è stato un colpo improbabile per forzare i playoff finali agli US Open. Questa volta era definitivo.

Questo è stato un momento speciale in un posto davvero speciale poiché Kelly e Kiba stavano aspettando Ram, calmi in mezzo a un’altra grande tempesta da Tori Pines.