Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Decine i morti in un incendio in un dormitorio in Iraq | Notizie sulla pandemia del virus corona

L’incendio nel reparto coronavirus del Nassiriyah Hospital è il secondo a colpire l’unità COVID in un ospedale iracheno in tre mesi.

Almeno 52 persone sono state uccise in un incendio nel reparto di isolamento del coronavirus di un ospedale in Iraq, il secondo incendio fatale in un’unità COVID-19 in tre mesi.

L’incendio è divampato lunedì sera all’ospedale Al-Hussein nella città meridionale di Nassiriyah ed è stato controllato dalle squadre della protezione civile.

“La ragione principale dietro l’incendio … è l’esplosione delle bombole di ossigeno”, ha detto ad AFP una fonte medica presso la direzione sanitaria.

Martedì scorso, Haider Al-Zamili, portavoce dell’autorità sanitaria locale, ha affermato che 52 corpi sono stati recuperati mentre 22 persone sono rimaste ferite dopo che “un incendio ha spazzato via il reparto di isolamento Covid”.

“Le vittime sono morte per le ustioni e la ricerca continua”, ha aggiunto, osservando che c’era il timore che le persone potessero rimanere intrappolate all’interno dell’edificio.

La suite aveva 70 letti.

Fonti sanitarie hanno detto all’agenzia di stampa Reuters che il bilancio delle vittime potrebbe aumentare perché molti pazienti sono ancora dispersi. Hanno detto che due operatori sanitari erano tra i morti.

I funzionari sanitari di Nassiriya hanno affermato che le ricerche nell’ospedale continuano, ma il fumo denso ha reso difficile l’ingresso in alcuni dei reparti in fiamme.

Le riprese video hanno mostrato le fiamme che volavano nell’edificio e provocavano l’innalzamento di colonne di fumo nero [Screengrab from videoa/AP]

I filmati pubblicati online hanno mostrato spesse nuvole di fumo che si alzavano dagli edifici dell’ospedale.

Mahmoud Abdel Wahed, corrispondente di Al Jazeera da Baghdad, ha detto che i membri della famiglia ei residenti della città sono accorsi sul posto.

READ  Morto a 61 anni l'ex presidente delle Filippine Benigno Aquino | notizie di morte

“Molte persone sono scese per le strade di Nassiriyah e davanti all’ospedale”, ha detto Abdel Wahed, e ha detto che il direttore dell’ospedale si è dimesso.

Un testimone di Reuters ha detto che i parenti arrabbiati si sono scontrati con la polizia e hanno dato fuoco a due veicoli della polizia.

I funzionari corrotti per l’incendio e l’uccisione di pazienti innocenti devono essere ritenuti responsabili. “Dov’è il corpo di mio padre?” disse un giovane, cercando tra i corpi carbonizzati avvolti in coperte nel cortile dell’ospedale.

Secondo Abdul Wahed, anche il primo ministro iracheno Mustafa Al-Kazemi ha dichiarato lo stato di emergenza nella provincia di Dhi Qar, dove si trova Nassiriyah.

Al-Kazemi ha dichiarato in un tweet che il suo ufficio sta tenendo una riunione di emergenza per discutere “cause e ripercussioni” dell’incidente.

Lunedì scorso, è scoppiato un piccolo incendio presso la sede del Ministero della Salute a Baghdad, ma è stato rapidamente contenuto e non sono state registrate vittime.

L’incendio dell’ospedale di Nassiriyah è la seconda tragedia del suo genere quest’anno.

Ad aprile, un incendio in un ospedale COVID-19 a Baghdad ha fatto esplodere bombole di ossigeno mal conservate, uccidendo 82 persone e ferendone 110.

Molte delle vittime erano su ventilatori in cura per il virus Covid-19 e hanno subito ustioni o soffocamento nel conseguente inferno che si è rapidamente diffuso attraverso l’ospedale, mentre dozzine di parenti hanno visitato i pazienti nel reparto di terapia intensiva.

L’allora ministro della Salute, Hassan Al-Tamimi, si è dimesso.

L’Iraq ha registrato oltre 1,4 milioni di casi di coronavirus e oltre 17.000 morti.