Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Creare una nuova economia con un turismo minimo richiede determinazione e pazienza | Notizie, sport, lavoro

Durante il 2019, più di 3 milioni di visitatori sono venuti nella contea di Maui. L’anno scorso, la pandemia di COVID-19 ha colpito e gli arrivi di turisti sono scesi sotto gli 800.000. Il calo del turismo ha affamato la nostra economia, ma siamo riusciti a sopravvivere. Un regalo inaspettato della pandemia è stata una pausa tanto necessaria dal turismo.

La contea di Maui ha ora un’opportunità senza precedenti di ripristinare il turismo in modi che avvantaggiano la nostra gente e il nostro ambiente. La maggior parte di noi sarebbe d’accordo sul fatto che la contea di Maui possa fare turismo, ma il turismo non può includere Maui. Questa è casa nostra, non un parco. Ci uniamo a molte altre destinazioni nella ricerca di un’industria dell’ospitalità più gentile, più gentile e più equilibrata.

Venezia, Italia, è una delle destinazioni più visitate al mondo. Prima della pandemia, questa città storica contava circa 25 milioni di visitatori all’anno. Per fornire un contesto, Venezia misura circa 160 miglia quadrate rispetto alle 727 miglia quadrate di Maui.

Mentre il turismo è cresciuto incontrollato, i veneziani si sono trovati a prezzi fuori dalla loro città natale poiché gli affitti temporanei per le vacanze hanno decimato le abitazioni residenziali come il granchio. Quindi non sorprende che nel 2016 i residenti si siano ribellati pubblicando volantini anti-Airbnb in tutta la loro città esortando i turisti a boicottare i TVR. Dublino, Barcellona e l’isola greca di Santorini da allora si sono unite al movimento contro gli affitti per le vacanze che sta guadagnando slancio in tutto il mondo.

READ  Un uomo cerca di aprire la portiera di un aereo passeggeri in volo da Los Angeles e costringe ad un atterraggio di emergenza - RT USA News

Come Maui, Venezia ha goduto di una pausa dal turismo durante la pandemia. Ha convinto la gente del posto a non permettere al turismo di tornare allo stesso modo. I funzionari di Venezia stanno ora ripensando il loro intero sistema di gestione del turismo. Secondo Paula Marr, membro del Consiglio comunale per il turismo, parte del loro piano è di attirare la gente del posto a vivere in città in modo permanente.

Il sindaco di Venezia sta discutendo sul riutilizzo degli affitti per le vacanze come alloggi per studenti universitari e per la forza lavoro, e gli edifici storici vengono ora restaurati come alloggi residenziali. Si prevede che quest’estate inizieranno gli sforzi per ridurre il numero di turisti, inclusa una nuova enorme tassa sui visitatori giornalieri.

All’inizio di questo mese, centinaia di veneziani sono scesi in piazza per protestare contro l’arrivo della prima nave da crociera da quando la pandemia ha chiuso il porto della città. Migliaia di lavoratori che dipendono dal turismo per i loro mezzi di sussistenza hanno organizzato una contro-protesta e sono rimasti senza lavoro dallo scoppio della pandemia la scorsa primavera.

Più vicino a casa, quando il turismo di Maui è tornato, la nostra amata rotta per Hana è stata spazzata via dai turisti che si sono fermati e hanno parcheggiato dove potevano trovarla. osservando i consigli irresponsabili delle guide, invadono regolarmente la proprietà privata; Scatta selfie in ogni cascata, stagno o caratteristica naturale; e ostacolando i residenti e gli altri lungo la strada. Il Dipartimento dei trasporti di stato ha recentemente installato diversi cartelli che avvertono di multe più elevate a causa di fermate illegali sull’autostrada Hana.

READ  Il CRA stima che 30.000 lavoratori autonomi potrebbero non dover pagare il CERB

Ho parlato con MPD del rafforzamento dell’applicazione e, dal 1 giugno, gli agenti hanno emesso 387 ingiunzioni di parcheggio lungo l’autostrada Hana. Allo stesso tempo, il MPD ha bisogno di almeno 90 nuove reclute per colmare la lunga carenza di ufficiali. Devi scegliere tra l’esecuzione di un reato grave o l’etichettatura di auto a noleggio parcheggiate illegalmente.

Ho anche parlato con il governatore della limitazione dell’accesso, ma dal momento che l’autostrada Hana è stata costruita con denaro federale, non è un’opzione. Per quanto vorrei trainare ogni veicolo parcheggiato illegalmente, occorre tenere conto delle preoccupazioni per la sicurezza dei gruppi di persone senza mezzi di trasporto nelle aree di servizio mobile intermittente.

Sto pensando di integrare le forze dell’ordine con una nuova classe di agenti delle forze dell’ordine dei parcheggi o di incaricare i ranger del parco della contea di emettere biglietti per il parcheggio. Tuttavia, tali modifiche richiedono un accordo con l’Organizzazione statale degli ufficiali di polizia delle Hawaii e/o i lavoratori pubblici uniti e una nuova allocazione del budget, quindi non accadrà dall’oggi al domani. Sto anche parlando con i legislatori statali per determinare quale assistenza può fornire lo stato delle Hawaii.

Il desiderio della società di un cambiamento immediato richiede una risposta rapida, se possibile, considerando tutte le opzioni. Ci vorrà tempo per diversificare la nostra economia per ridurre l’eccessiva dipendenza della contea di Maui dal turismo. Costruire un’economia durevole e diversificata richiede determinazione e pazienza. Fortunatamente, la pandemia ci ha insegnato che la contea di Maui può realizzare qualsiasi cosa con determinazione e unità.

* “boicottaci” Colonna del sindaco della contea di Maui, Michael Victorino, che parla di questioni e attività del governo della contea.

READ  Le banche e gli investitori canadesi affrontano un dilemma nel raggiungere l'obiettivo di emissioni

Le ultime notizie di oggi e altro ancora nella tua casella di posta