Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Coronavirus: cosa sta succedendo nel mondo giovedì world

Scorso:

L’Organizzazione mondiale della sanità giovedì ha esortato l’Indonesia ad attuare un blocco più rigoroso e più ampio per combattere il crescente numero di infezioni e decessi per il virus COVID-19, pochi giorni dopo che il presidente del paese ha annunciato un allentamento delle restrizioni.

L’Indonesia è diventata di recente uno degli epicentri della pandemia globale, con casi positivi di coronavirus quintuplicati nelle ultime cinque settimane. Questa settimana, i decessi giornalieri hanno raggiunto livelli record di oltre 1.300, tra i più alti al mondo.

Nel suo ultimo rapporto sulla situazione, l’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che l’applicazione rigorosa della sanità pubblica e delle restrizioni sociali è fondamentale e ha chiesto ulteriori “azioni urgenti” per affrontare il forte aumento delle infezioni in 13 delle 34 province indonesiane.

“L’Indonesia sta attualmente affrontando un livello di trasmissione molto elevato, che è un’indicazione dell’importanza fondamentale di attuare rigorose misure di salute pubblica e sociale, in particolare le restrizioni alla circolazione, in tutto il paese”, ha affermato.

Sotto il blocco parziale in Indonesia, le restrizioni sociali come il lavoro da casa e i centri commerciali chiusi sono limitate alle isole di Giava e Bali e alle piccole enclavi in ​​altre parti del paese. Ampi settori dell’economia considerati critici o essenziali sono esclusi dalla maggior parte o da alcune delle misure di blocco.

Martedì, il presidente Joko Widodo ha annunciato l’allentamento delle restrizioni dalla prossima settimana, citando i dati ufficiali che mostrano un calo delle infezioni negli ultimi giorni, che secondo gli epidemiologi è guidato da un calo dei test da livelli già bassi.

Una donna si è sottoposta a un test per il coronavirus giovedì al North Sumatra University Hospital di Medan, nel nord di Sumatra, in Indonesia. (Bensar Bakara/The Associated Press).

Il tasso di positività giornaliero dell’Indonesia, la percentuale di persone che vengono testate, è stata in media del 30% nell’ultima settimana, anche se il numero dei casi è diminuito. L’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che un livello superiore al 20 percento significa trasmissione “estremamente alta”.

L’Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che tutte le province indonesiane tranne una hanno un tasso di positività superiore al 20 percento, mentre quella di Aceh è del 19 percento.

Il ministro anziano responsabile del blocco parziale, Luhut Pandjetan, ha affermato che l’allentamento delle restrizioni potrebbe avvenire nelle aree in cui i tassi di trasmissione sono diminuiti, la capacità ospedaliera è aumentata e la “condizione sociale” della popolazione lo richiede.

Indonesia, Myanmar e Malesia hanno registrato forti aumenti dalla fine di giugno e mercoledì hanno registrato una media di sette giorni rispettivamente di 4,37, 4,29 e 4,14 per milione.

Anche Cambogia e Thailandia hanno visto un forte aumento sia dei casi che dei decessi di coronavirus, ma finora hanno mantenuto la loro media di sette giorni per milione di persone rispettivamente a 1,55 e 1,38.

I funzionari della sanità pubblica stanno viaggiando per portare un test del tampone COVID-19 ai residenti che vivono in comunità remote a Samut Prakan, vicino a Bangkok, in Thailandia, all’inizio di questa settimana. (Soi Zia Tun/Reuters)

Una varietà di fattori ha contribuito al recente boom in molti paesi del sud-est asiatico, comprese le persone malate della pandemia che lasciano cadere le precauzioni, i bassi tassi di vaccinazione e l’emergere del tipo di virus delta, che è stato rilevato per la prima volta in India, Abhishek Ramal ha detto, il coordinatore dell’emergenza sanitaria dell’Asia Pacifico per la Croce Rossa, con sede in Malesia.

“Con le misure che i paesi stanno adottando, se le persone seguono le basi del lavarsi le mani, indossare maschere e stare lontano da vaccinazioni e vaccinazioni, vedremo una diminuzione dei casi nelle prossime due settimane”, ha affermato.

Tuttavia, le misure di blocco nazionali in Malesia finora non hanno ridotto il tasso giornaliero di infezione. Il paese di 32 milioni di casi ha visto per la prima volta un aumento giornaliero di oltre 10.000 casi il 13 luglio ed è rimasto a quel livello da allora. Il tasso di vaccinazione rimane basso ma è in aumento, con quasi il 15% della popolazione completamente vaccinata e il governo spera di vaccinare la maggioranza entro la fine dell’anno.

-Da Reuters e The Associated Press, ultimo aggiornamento alle 11:45 ET


Cosa sta succedendo a Tokyo

Guarda | Dick Pound sull’impatto delle restrizioni sulle Olimpiadi di Tokyo:

Adrienne Arsenault parla con il membro del CIO Dick Pound del divieto di spettatori e delle sue preoccupazioni sull’opinione pubblica dei Giochi. 4:36

Tokyo ha registrato un altro massimo in sei mesi di nuovi casi di COVID-19 giovedì, un giorno prima dell’inizio delle Olimpiadi, mentre crescono i timori che le infezioni peggiorino durante i Giochi. Giovedì sono stati registrati 1.979 nuovi casi, il più alto dai 2.044 registrati il ​​15 gennaio.

Il primo ministro Yoshihide Suga, che è determinato a tenere le Olimpiadi, ha messo Tokyo in stato di emergenza il 12 luglio, ma da allora i casi giornalieri sono aumentati drasticamente. Le misure di emergenza, che includono in gran parte il divieto di vendita di alcolici e orari ridotti per ristoranti e bar, sono previste fino al 22 agosto, dopo la fine delle Olimpiadi l’8 agosto.

Il Giappone ha segnalato circa 853.000 casi e 15.100 decessi dall’inizio della pandemia, la maggior parte quest’anno. Tuttavia, il numero di casi e decessi in proporzione alla popolazione è molto più basso che in molti altri paesi.

Iniziano venerdì le Olimpiadi, rinviate di un anno a causa della pandemia. Gli spettatori sono vietati da tutti i luoghi nell’area di Tokyo, con un numero limitato di spettatori consentito in alcune località remote.

Nel frattempo, la Guinea africana si è ritirata dalle Olimpiadi a causa del coronavirus. La decisione vieterà a cinque atleti di competere alle Olimpiadi di Tokyo. Lo ha annunciato il ministro dello Sport Sanusi Bantama Sow in una lettera indirizzata mercoledì al presidente del Comitato olimpico guineano. Ha accusato il virus e le sue varianti.

— Da Associated Press e Reuters, ultimo aggiornamento alle 10:35 ET


Cosa sta succedendo nel mondo

Lunedì un operatore sanitario prepara una dose del vaccino Pfizer COVID-19 nel quartiere di Santa Maria Eugenia, alla periferia di Montevideo, in Uruguay. (Matilde Campodonico/The Associated Press)

Al primo giovedì pomeriggio, secondo la Johns Hopkins University, sono stati segnalati oltre 192,1 milioni di casi di COVID-19 in tutto il mondo. Il bilancio delle vittime riportato è stato di oltre 4,1 milioni.

Il Americhe Di fronte a una pandemia di non vaccinati, l’Organizzazione panamericana della sanità ha affermato di aver avvertito che i paesi con bassi tassi di vaccinazione stavano vedendo aumenti di COVID-19 e ha ribadito la richiesta di donazioni di vaccini.

AfricaDi fronte a una terza ondata acuta di infezioni da COVID-19, ha detto giovedì l’inviato speciale dell’Unione africana su COVID-19, inizierà a ricevere il primo lotto di 400 milioni di dosi di vaccini da Johnson & Johnson la prossima settimana. Finora nel continente di 55 nazioni sono state somministrate solo circa 60 milioni di dosi su una popolazione totale di 1,3 miliardi.

Nel frattempo, il presidente tunisino Kais Saied ha affermato che il ministero della Sanità militare assumerà la gestione della crisi sanitaria nel paese a causa dello scoppio del virus Corona, evidenziando l’escalation della battaglia sulle autorità con il primo ministro.

Il Unione europea Ha detto che donerà più di 200 milioni di dosi di vaccini contro il coronavirus ai paesi a medio e basso reddito entro la fine dell’anno. È il doppio dell’importo iniziale che il blocco di 27 nazioni aveva pianificato di fornire, principalmente attraverso COVAX, il programma sostenuto dalle Nazioni Unite per fornire istantanee ai paesi più poveri di tutto il mondo.

Supermercati, grossisti e vettori in Gran Bretagna stanno lottando per garantire forniture stabili di cibo e carburante dopo che un’app sanitaria ufficiale ha chiesto a centinaia di migliaia di lavoratori di isolarsi dopo essere entrati in contatto con qualcuno con COVID-19. Il Dipartimento della Salute ha affermato che il governo britannico sta lavorando a stretto contatto con i settori interessati, con circa 428.000 persone contattate attraverso il tracciamento dei contatti Covid in Inghilterra e chiedendo loro di autoisolarsi nella settimana terminata il 14 luglio.

Nel Medio OrienteL’Arabia Saudita ha dichiarato di aver vietato i viaggi diretti o indiretti dei cittadini in Indonesia a causa delle preoccupazioni per l’epidemia di coronavirus, ha riferito l’agenzia di stampa saudita.

Israele ha annunciato giovedì l’intenzione di consentire solo alle persone ritenute immuni al COVID-19 o che sono risultate negative di recente a entrare in alcuni luoghi pubblici come ristoranti, palestre e sinagoghe dopo un’ondata di casi di coronavirus.

— Da Associated Press e Reuters, ultimo aggiornamento alle 11:50 ET

READ  L'aumento dei casi che cambiano richiede chiamate per ritardare la riapertura del Regno Unito