Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Corona Virus: Biden esorta gli americani a vaccinare con l’obiettivo del vaccino a rischio – come è successo

Uno dei momenti salienti della pandemia per Sheryl Roberts è stato vedere il suo vestito indossato da un attore nell’innovativo spettacolo FX. puntando a Sulla scena della sala da ballo nella New York degli anni ’80.

“I miei vestiti sono nel mio programma preferito!” Roberts ha postato su Instagram il 10 maggio “Sto letteralmente piangendo con lacrime di felicità!”

Roberts, che ha cambiato carriera nel 2017 per avviare una linea di abbigliamento vintage chiamata IndigoStyle Vintage dopo 30 anni come modella, ha introdotto nuovi flussi di entrate da quando la crisi di Covid-19 ha colpito duramente la sua attività all’inizio del 2020.

La vendita di abiti vintage che sponsorizza in film e programmi TV è solo una nuova fonte di reddito che Roberts ha scoperto l’anno scorso quando ha dovuto ripensare a tutto ciò che aveva costruito.

Nel 2017, ha fondato IndigoStyle Vintage a Bed Stoye, Brooklyn, che vende abbigliamento vintage coordinato, oltre a nuovi prodotti come saponi, magliette e gioielli, principalmente di artigiani non bianchi.

Sheryl Roberts ha iniziato a mettere all’asta oggetti su Instagram e a offrire sessioni di progettazione virtuali durante la pandemia © Stephanie Forshee/FT

Per due anni ha lavorato come venditrice all’interno del negozio di arredamento per la casa di qualcun altro prima di aprirne uno proprio nel giugno 2019 – e non avrebbe mai immaginato cosa ci fosse dietro l’angolo per i rivenditori, molti dei quali hanno dovuto chiudere temporaneamente durante l’inizio della pandemia.

Dopo un buon inizio, Roberts si è resa conto che le cose non stavano andando bene e ha rivolto la sua attenzione alla costruzione di una presenza online attraverso un sito web e attraverso i social media.

La scorsa estate, Roberts ha iniziato a trasmettere vestiti in vendita sui social media, una mossa che chiama “QVC di Instagram”, in riferimento alla rete americana di acquisti domestici. Ogni domenica, Roberts va in diretta su Instagram e parla dei numerosi articoli vintage del suo negozio, dettagliando le loro caratteristiche e misure e risponde alle domande mentre i clienti cercano di acquistare i pezzi.

READ  Come mi sono preparata alla prima crociera ai tempi del Covid per navigare in sicurezza

La Roberts afferma che le vendite dal vivo hanno contribuito a guidare i profitti di IndigoStyle Vintage, ed è qualcosa che continuerà a fare dopo la pandemia. Ha anche iniziato a offrire sessioni di styling virtuali, dando ai clienti l’opportunità di visitare le loro case, guardare attraverso i loro armadi e scegliere i vestiti che si adattano bene a loro.

Indipendentemente dal modo in cui gli acquirenti preferiscono interagire con IndigoStyle, Roberts afferma di apprezzare il servizio personalizzato che può fornire.

“Incoraggio i clienti a giocare qui, a giocare con le forme e con i colori”, afferma.

L’unica cosa che non è cambiata è la franchezza di Roberts con i clienti. “Se qualcosa non funziona per te, te lo dirò. Ti garantisco che se vai da Macy’s, il collega ti dirà: ‘Ok, sembra fantastico. Dovresti comprarlo’, ma te lo dirò se qualcosa non va bene e possiamo trovare qualcosa che funzioni meglio.”

“Voglio che i clienti qui se ne vadano con pezzi che guardano nel loro guardaroba e che portano loro gioia”, afferma Roberts. “Voglio che ricevano complimenti quando camminano per strada, perché questo li farà sentire bene con se stessi”.

Questo è il settimo articolo di una serie di blog che esplora gli effetti della pandemia su individui e aziende in tutto il mondo.