Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Come mi sono preparata alla prima crociera ai tempi del Covid per navigare in sicurezza

Il corrispondente medico capo della CNN, il dott. Sanjay Gupta, ha dato una prima occhiata esclusiva alle procedure e alle caratteristiche di sicurezza in atto per rendere possibile la navigazione nell’era del Covid. La domanda è: sarà sufficiente per mantenere i passeggeri e l’equipaggio di cabina liberi dal coronavirus?

Per rendere possibile la navigazione nell’era di Covid, i leader del settore hanno convocato l’Health Sail Committee – che includeva esperti in sanità pubblica, malattie infettive, biosicurezza, industria marina e dell’ospitalità – per trarre una conclusione. Raccomandazioni Per rendere l’esperienza più sana e sicura per ospiti e personale. Queste ampie raccomandazioni, che sono state sviluppate prima che i vaccini fossero disponibili, sono coerenti con Covid-19 Politica per i membri Dal più grande gruppo commerciale del settore, Cruise Lines International Association, e con Requisiti e istruzioni Per le navi da crociera individuate dal Center for Disease Control (CDC), che è stato – fino ad ora – deciso circostanze su cui le navi possono salpare dagli Stati Uniti.

Il dottor Calvin Johnson, chief medical officer di Celebrity, ha dichiarato alla CNN che né lui né l’equipaggio sono interessati. “Penso che tutti credessero davvero – perché ne facevano parte – nei protocolli che abbiamo sviluppato, nei processi che implementiamo”, ha detto.

“È stato più di un anno di test operativi coerenti, sistematici e basati sulla scienza per esaminare l’attività, come funziona e come possiamo farlo in sicurezza. Mettere in atto protocolli per proteggere il nostro equipaggio, quindi guardare a cosa farà guarda come quando i nostri ospiti tornano per proteggerli – e quindi è stato il processo che ci ha portato in questo posto. “.

La Celebrity Edge è la prima nave da crociera a salpare da Port Everglades e dalle acque americane dopo la pandemia.

L’industria sta chiudendo i buchi

Allora, qual è il piano per rendere la navigazione più sicura? Almeno quest’estate ci saranno meno persone a bordo; Il bordo sta navigando al 40% della sua capacità. Poiché il coronavirus si diffonde attraverso le particelle sospese nell’aria, meno persone, meno affollamento e una buona ventilazione possono fare la differenza.

“Per questo periodo di avvio, navighiamo a bassa capacità per dare a tutti noi la possibilità di abituarci ai protocolli e consentire davvero il normale distanziamento sociale”, ha affermato Susan Lomax, responsabile delle relazioni pubbliche globali per Celebrity Cruises. . Ha detto che la compagnia di crociera non prevede di superare il 50% della capacità su nessuna delle sue crociere quest’estate. A causa della capacità ridotta, l’occupazione della cabina sarà distanziata e le persone verranno sistemate in cabine con finestre rivolte verso l’esterno. I membri dell’equipaggio avranno le proprie cabine.

Lomax ha affermato che agli esperti di filtrazione dell’Università del Nebraska è stato chiesto di valutare il sistema di ventilazione/HVAC e ha affermato che era “migliore di quello che hanno gli ospedali”.

Royal Caribbean rinvia la partenza della nave inaugurale dopo che 8 membri dell'equipaggio sono risultati positivi al Covid-19 Covid

Lynsey Marr, ingegnere ambientale e professore alla Virginia Tech, concorda sul fatto che il sistema di ventilazione di Edge sia più che adeguato. “La combinazione di alti tassi di ricambio dell’aria e filtri di alta qualità … ridurrà significativamente la quantità di virus che possono accumularsi nell’aria. Pertanto, le persone hanno meno probabilità di essere esposte a livelli elevati di virus nelle cabine e negli spazi interni pubblici .” “Se questo è il caso, il pericolo maggiore deriva dall’essere nelle immediate vicinanze, all’interno del condotto respiratorio espirato di una persona infetta”.

READ  Aston Martin Valkyrie AMR Pro è Le Mans Hypercar, senza regole

Yuju Lee, del Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell’Università di Hong Kong, insieme a Mar.

“Dopo aver preso tutte le prove finora, credo fermamente che SARS-CoV-2 sia trasmesso principalmente per inalazione a breve termine in luoghi non ben ventilati. Abbiamo studiato circa 20 focolai di SARS-CoV-2 e abbiamo misurata la ventilazione per 10 di loro, supportano tutti questa ipotesi”, mi ha scritto in una mail. per lui uno studio On the Diamond Princess è stato pubblicato online ad aprile sulla rivista Building and Environment e sulla stampa È apparso l’editoriale Sulla rivista Indoor Air a metà maggio.

“Per l’epidemia di Diamond Princess, abbiamo dimostrato che la loro ventilazione in cabina può essere adeguata e crediamo che l’infezione si sia verificata in luoghi pubblici. Ci sono due fattori principali in questi spazi pubblici: in primo luogo, nelle palestre e nelle piste da ballo, le persone si esibiscono alto. [energy] Attività con più rilascio di goccioline e flusso di inalazione più elevato, quindi il rischio di infezione è alto… In secondo luogo, se l’occupazione non è controllata in questi spazi pubblici, la ventilazione per persona può essere inferiore. In alcuni posti come i ristoranti, le persone non possono indossare maschere”.

Al limite, altre modifiche procedurali includono orari di arrivo e partenza scaglionati per evitare grandi folle e un esercizio di gruppo – l’esercizio di sicurezza obbligatorio eseguito all’inizio di ogni volo – eseguito approssimativamente al posto di una persona, sempre per evitare grandi folle e non per i buongustai da temere: i buffet da asporto sono un punto fermo della tua esperienza culinaria, ma invece di cucinare da solo, l’equipaggio ti darà una mano.

Il CDC abbassa il livello di allerta per i viaggi in crociera

In caso di uno sfortunato focolaio, The Edge ha la capacità di gestire 33 pazienti e ci sono quattro letti in terapia intensiva. L’intera area medica è su un sistema di ventilazione separato.

READ  Il miliardario italiano di Diesel Jeans cerca di cucire insieme la moda

I piani di tracciamento dei contatti CCTV della nave sono in atto e sono in atto protocolli per le procedure di isolamento, quarantena e disinfezione dopo i casi positivi.

Ancora più importante, Royal Caribbean ha accordi con un certo numero di paesi per fungere da porti di sbarco, se le persone devono essere fatte scendere dalla nave.

“Non c’è più ‘Oh mio Dio, stiamo navigando da giorni e nessuno ci porterà'”, ha detto Lomax. “Non c’è motivo di aspettare fino alla fine della crociera; Abbiamo la possibilità di andare ai porti di sbarco, se necessario”.

I vaccini stanno cambiando le regole del gioco

Ma tutti, dal settore delle crociere agli esperti di salute, affermano che il vero punto di svolta sono i vaccini, che offrono fino al 95% di protezione dai sintomi di COVID-19. Anche se c’è una superinfezione, i vaccini riducono la quantità di virus nel corpo, rendendo le persone meno contagiose per gli altri.

“I vaccini sono davvero ciò che ci ha permesso di tornare a navigare con un livello sufficientemente basso di rischio di trasmissione”, ha affermato Marr.

I passeggeri delle crociere risultano positivi al Covid-19 in Italia

Al limite, il 100% dell’equipaggio e almeno il 95% dei passeggeri sono vaccinati, il che riduce notevolmente il rischio che le persone vengano infettate e scateni un’epidemia.

Per quanto efficaci siano i vaccini, non è chiaro se, quando e dove potranno essere assegnati alle future crociere. Il CDC attualmente consiglia alle persone non vaccinate di non andare in crociera, ma questa è solo una linea guida. Inoltre, la Florida è uno dei numerosi stati che hanno vietato alle compagnie di richiedere ai clienti di fornire prove di vaccinazione, anche se si prevede che le crociere in arrivo dai porti dello stato di Washington e dell’Alaska abbiano requisiti di vaccinazione.

Ancora più importante, un giudice distrettuale federale di Tampa ha recentemente concluso che le restrizioni del CDC sull’industria delle crociere erano probabilmente incostituzionali e che l’agenzia era al di là della sua autorità legale. Pertanto, dal 18 luglio, l’agenzia non sarà in grado di far rispettare le proprie regole di navigazione, incluso l’obbligo di vaccinare il 95% dei passeggeri o per la nave per simulare con successo un viaggio. Il giudice ha dato al CDC fino al 2 luglio per suggerire linee guida più modeste.

Il giudice decide che la Florida sarà colpita dal divieto di navigazione per la maggior parte delle navi da crociera da parte del CDC

Durante la navigazione in queste regole vaghe e volatili, Lomax ha affermato che Edge ha limitato il 5% del numero di cabine alle persone che scelgono di non rivelare il proprio stato di vaccinazione. Sono considerati non vaccinati. Le persone che si presume non siano vaccinate dovranno indossare maschere in pubblico e dovranno anche sottoporsi a ulteriori test Covid-19 – a bordo e durante il volo – a proprie spese. Tutti dovrebbero essere testati prima di sbarcare negli Stati Uniti.

READ  Corona Virus: cosa sta succedendo lunedì in Canada e nel mondo

“Con il 95% dei passeggeri vaccinati, è molto più di quello che abbiamo in qualsiasi paese. E sappiamo che tassi di vaccinazione più elevati hanno davvero portato a casi più bassi. Quindi penso che sia probabilmente plausibile che le persone vaccinate vadano in crociera”. mar. “Il rischio di un’epidemia su una nave da crociera, combinato con le misure che stanno adottando che richiedono alle persone non vaccinate di indossare maschere, il rischio complessivo di un’epidemia dovrebbe essere molto basso. Sarei sorpreso se vedessimo qualcosa come il diamante Di nuovo principessa.»

Due passeggeri della nave da crociera Celebrity Millennium sono risultati positivi al coronavirus
Ma, nonostante tutte le precauzioni, non è ancora garantito che l’esperienza sia al 100% priva di coronavirus, se Celebrity Millennium è un esempio. Quella nave, che trasportava i primi passeggeri paganti dal Nord America, salpò all’inizio di giugno da St Maarten e fece diversi scali. L’equipaggio era completamente vaccinato, così come oltre il 95% dei passeggeri. Tuttavia, Testati due piloti positivi Corona virus alla fine del viaggio.

“Nel periodo di vaccinazione, la protezione non è al 100%. Una vaccinazione adeguata ci protegge dallo sviluppo di una catena di infezione, cioè un’infezione sostenuta in una vasta popolazione ma … questo significa che possono verificarsi focolai sporadici soprattutto con nuovi preoccupanti varianti”, ha osservato Lee .

Johnson, chief marketing officer di Celebrity, ha affermato che l’incidente è stato sfortunato, ma mostra che il sistema funziona. “Ha sicuramente attirato la mia attenzione”, ha detto.

“Ma lo sappiamo anche noi, se guardiamo [at] Il mondo che ci circonda, ovunque l’infezione si verifica ogni giorno. E quindi anticipiamo pienamente che… per quanto esaurienti siano i nostri sforzi e nella misura in cui impediamo, all’estremità anteriore, che il virus salga sulla nave, può accadere”, ha affermato. Ecco perché abbiamo i nostri protocolli in funzione; Abbiamo addestrato le nostre persone a sapere cosa fare quando lo identifichiamo. Stiamo lavorando molto rapidamente per identificare e isolare questo e prevenire e fermare la diffusione”.

Ma forse la dichiarazione più rassicurante per gli aspiranti crocieristi è di Mar, che ha affermato che non avrebbe impedito a sua madre di 70 anni, sana e vaccinata, di prenderne uno.