Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Chris Paul Aeropits vs 41 come Suns Elimination Clippers, avanzano alle finali NBA del 2021 | Referto ovarico

Associated Press/Mark J. Terrell

I Phoenix Suns giocheranno nelle finali NBA per la prima volta dal 1993 dopo aver sconfitto i Los Angeles Clippers per 130-103 in gara sei delle finali della Western Conference mercoledì allo Staples Center.

Chris Paul ha segnato 41 punti con 16 tiri su 24 (7 su 8 da tre punti) e otto assist alla regia dei Suns, che hanno anche capitalizzato 22 punti per Devin Booker e Deandre Ayton con 16 punti e 17 doppi rimbalzi. Doppio.

Phoenix ha sparato il 56,4% dal campo e ha segnato 17 su 31 da tre punti. Un 16-3 tra la fine del terzo quarto e l’inizio del quarto periodo ha portato Phoenix con un comodo vantaggio di 105-85 in rotta verso una vittoria di 27 punti.

L’attaccante dei Clippers Kawhi Leonard è rimasto fuori con A Distorsione al ginocchio destro Il che lo ha tenuto in disparte per tutta la serie. Marcus Morris Sr. ha guidato Los Angeles con 26 punti in sua assenza. Paul George ha segnato 21 punti in 6 tiri su 15.

Phoenix ha vinto al meglio delle sette partite in quattro partite a due.

In evidenza عروض

PJ Suns Chris Paul: 41 punti, 8 assist, 3 tiri

Suns SG Devin Booker: 22 punti, 7 rimbalzi, 4 assist

Suns C Dendry Eaton: 16 punti, 17 rimbalzi

Clippers F Paul George: 21 punti, 9 rimbalzi

Clippers J Reggie Jackson: 13 punti, 8 assist

Clippers Marcus Morris: 26 punti, 9 rimbalzi

CP3 domina sulla strada del debutto assoluto per le Finali

Chris Paul ha giocato a basket professionistico per 16 stagioni e il suo futuro curriculum nella Hall of Fame include 11 apparizioni All-Star, 10 All-NBA Team Nods e nove All-NBA Defensive Team Awards. Ha anche guidato la NBA quattro volte e ha rubato in altre sei occasioni.

Questo è tutto più un paio di medaglie d’oro olimpiche in un curriculum straordinario che contiene praticamente tutto al di fuori dell’MVP NBA e del campionato NBA.

READ  Una guida per i fan di Canucks su come rispondere alla lotteria NHL Draft

CP3 ha ampie opportunità di verificare l’ultimo risultato mentre i Suns avanzano al campionato per la prima volta in 28 anni.

Ha spinto Paul Phoenix in finale mercoledì con una prestazione davvero magistrale. Tra gli altri momenti salienti, Michael Bridges ha trovato con un bel passaggio in vicolo e ha sparato un paio di primi tre punti nel primo tempo che ha visto Phoenix condurre per nove nell’intervallo:

Soli Fenice @soli

Primo tempo ✔️

ogni secondo. pic.twitter.com/dmkjj3UdFd

Paul aveva 10 punti e quattro centesimi nel contropiede, ma ha messo da parte questa partita nel secondo tempo.

I suoi sforzi includono l’installazione di un triplo puntatore su Nicholas Batum:

Quei tre facevano parte di una serie di caratteri 8-0 che ha portato a un vantaggio di 89-82 a un vantaggio di 97-82, e da lì, Phoenix non si è mai guardato indietro.

Ogni speranza che i Clippers avevano nel quarto periodo è stata rapidamente spazzata via da Paul, che ha segnato altri 19 punti nel fotogramma finale. Ha anche finito per segnare 14 dei punti di Phoenix durante una serie 16-3 che si è conclusa con i Suns in vantaggio 105-85.

Il rapido base jump 28 gli ha dato il gioco:

Poco dopo, Paul si è rivolto a un gioco da quattro punti per metterlo via per sempre:

NBA @NBA

Il CP3 sta scendendo e questa volta è un gioco da 4 punti… Ha 32 punti! Soli 111 < a href = "https://twitter.com/LAClippers؟ref_src=twsrc٪5Etfw">LAClippers 92

Quarto quarto di gara 6 su ESPN pic.twitter.com/ptlTyIrZKe

Paul ha continuato a rotolare, sconfiggendo questi tre su Morris e finendo con 31 punti nel secondo tempo.

StatMuse ha dato un altro sguardo a Paul’s Night:

Le statistiche e le informazioni di ESPN indicavano il suo risultato in termini di punteggio alla luce della sua età di 36 anni.

Paul non era meno eccitato, e la guardia dei Memphis Grizzlies Ja Morant ha notato quanto tutto sia sembrato facile ai grandi da sempre:

Mark J. Spears Undefeated ha anche affermato che Paul ha giocato “il più grande gioco della sua carriera nella Hall of Fame”.

Questa è un’affermazione difficile da discutere, e per questo Paul e i Suns sono andati al campionato.

Il coraggioso sforzo dei Clippers senza Leonard Short

Non è facile sostituire un giocatore che ha una media di 24,8 punti, 6,5 rimbalzi, 5,2 assist e 1,6 recuperi a partita, per non parlare dell’esecuzione di una pausa playoff come il due volte giocatore delle NBA Finals di Leonard.

Tuttavia, questo è ciò che i Clippers hanno avuto per la serie poiché Leonard è stato messo da parte per un infortunio al ginocchio destro.

Per merito dei Clippers, non se ne andarono tranquilli dopo che Leonard terminò la stagione dopo Gara 4 della serie del secondo turno dei playoff della Western Conference con gli Utah Jazz.

Il Los Angeles Jazz ha sconfitto la testa di serie nel loro prossimo match senza Leonard per avanzare alle finali della Western Conference.

Dopo una sconfitta di misura per 120-114 in gara 1, i Clips hanno quasi scelto Phoenix nell’Arena Game 2 prima di consegnare alla pluripremiata schiacciata Alley-oop di Ayton una vittoria per 104-103.

Los Angeles ha poi perso gara 3, 106-92 con George (27 punti, 15 rimbalzi) e Ivica Zubak (15 punti, 16 rimbalzi) in testa ai Clippers.

I Clips non sono mai andati in vantaggio in gara 4 e sono rimasti indietro fino a 16, ma hanno reagito e hanno ridotto il vantaggio dei Suns a 79-78 prima di cadere 84-80.

Gara 5 è stata tutta Clips, 41 punti che hanno portato i George Clippers alla seconda vittoria di 14 punti della serie, questa volta con un punteggio di 116-102.

Gara 6 è stata la prima vera esplosione della serie, poiché Paul ha costretto i Clippers a sventolare bandiera bianca in anticipo. Nessuno ha fermato Paul e Phoenix quella notte mentre i Suns partivano per il Championship Tour.

Alla fine, la squadra migliore vince e passa alle finali NBA, ma il fatto che i Clippers siano arrivati ​​il ​​più lontano possibile nei playoff senza il miglior giocatore è ancora un’impresa straordinaria.

Qual è il prossimo?

I Phoenix Suns giocheranno contro i Milwaukee Bucks o gli Atlanta Hawks nelle finali NBA. I Bucks e gli Hawks sono in parità di due partite ciascuno nella Eastern Conference Finals Series.

I Suns avranno un vantaggio nello stadio di casa nelle finali NBA contro entrambe le squadre.