Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Blinkin si reca in Ucraina per mostrare sostegno tra le tensioni russe | Notizie di Joe Biden

Il segretario di Stato americano si aspettava che il presidente ucraino Zelensky aderisse alla via delle riforme e della lotta alla corruzione.

Il principale diplomatico statunitense si recherà in visita a Kiev giovedì per mostrare sostegno dopo che la Russia ha ammassato le forze vicino al confine orientale dell’Ucraina in una situazione di stallo di settimane che ha suscitato ansia nei paesi occidentali.

Il ministro degli Esteri Anthony Blinken dovrebbe incontrare il presidente Volodymyr Zelensky e sollecitare il paese ad attenersi alla strada delle riforme e combattere la corruzione, pochi giorni dopo il licenziamento di un funzionario per la riforma energetica. Kiev e Mosca hanno accusato gli scontri nella regione del Donbas, nell’Ucraina orientale, e la Russia ha dispiegato le sue forze e le sue armi al confine.

Mosca ha annunciato il ritiro delle sue forze il 22 aprile, il che ha contribuito a spianare la strada a un vertice tra Biden e il presidente russo Vladimir Putin che potrebbe svolgersi a giugno.

Lo scontro ha spinto l’Ucraina a invitare gli Stati Uniti e l’Europa ad aiutare ad accelerare l’ingresso di Kiev nell’alleanza militare della NATO. L’agenzia di stampa Reuters ha riferito che Blinken ha discusso del rafforzamento delle forze russe in un incontro con gli alleati della NATO a Bruxelles il mese scorso.

La visita di Blinkin a Kiev arriva mentre l’amministrazione Biden cerca di risolvere le tensioni con Mosca in vista di un possibile incontro al vertice con Putin.

“Consideriamo questa visita come un’indicazione del fortissimo sostegno degli Stati Uniti di fronte all’aggressione ibrida russa”, ha detto il vice ministro degli Esteri ucraino Yevini Yenin prima dell’arrivo di Blinkin.

READ  L'Alaska offre ai turisti i vaccini COVID-19 a partire dal 1 giugno

L’Associated Press ha riferito che Blinkin ha detto il 3 maggio a Londra che avrebbe usato la visita per mostrare “il nostro fermo sostegno all’indipendenza, alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina”.

Altri funzionari statunitensi hanno detto che avrebbe spinto per riforme istituzionali e misure anti-corruzione. “C’è molto lavoro da fare per assicurare un futuro migliore a tutti gli ucraini”, ha detto la scorsa settimana il massimo diplomatico statunitense in Europa, Philip Reeker.

Blinken sarà accompagnato dal sottosegretario di Stato Victoria Nuland, ufficiale n. 3 del dipartimento. Nuland è stato a lungo un critico vocale di Mosca e un sostenitore del sostegno dell’Occidente ai riformatori ucraini.

Washington è il più forte sostenitore di Kiev dall’annessione della Crimea da parte della Russia nel 2014 e dallo scoppio del conflitto nel Donbas tra soldati ucraini e forze separatiste sostenute dalla Russia, che ha ucciso 14.000 persone in sette anni.

La relazione è stata testata nel 2019 quando l’allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiesto a Zelensky di indagare sulle attività commerciali di Biden e di suo figlio Hunter Biden in Ucraina. L’amministrazione Trump ha temporaneamente congelato gli aiuti per la sicurezza degli Stati Uniti a Kiev.

Le conseguenze di quegli eventi, che hanno portato al primo processo di impeachment di Trump al Congresso degli Stati Uniti, sono continuate la scorsa settimana mentre agenti federali statunitensi hanno fatto irruzione nell’appartamento e nell’ufficio dell’ex avvocato personale di Trump, Rudy Giuliani, in relazione alle sue attività in Ucraina.

L’avvocato di Giuliani ha affermato che gli investigatori federali stanno esaminando il ruolo di Giuliani nel forzare l’ex ambasciatore degli Stati Uniti in Ucraina Marie Jovanovic nel 2019.

READ  Diffusione del coronavirus nell'aria: i funzionari sanitari della Columbia Britannica pubblicizzano vecchie informazioni

Jovanovich ha lanciato una campagna anti-corruzione in Ucraina durante il suo tour come ambasciatrice, con grande rabbia di uomini d’affari e personalità del governo alleate del Cremlino.

Durante la sua visita di questa settimana, Blinken dovrebbe fare pressione sul governo Zelensky per licenziare Andrei Koboliev dalla posizione di capo della compagnia energetica statale Naftogaz, una posizione che ricopre dal 2014.