Amantea online

Le ultime notizie italiane tra cui notizie politiche, storie sportive, criminalità e titoli vaticani.

Avviso di false notizie: Taiwan combatte la disinformazione mentre il coronavirus si diffonde | Notizie sulla pandemia del virus corona

Taipei, Taiwan Sciacquare la bocca con acqua calda per 30 minuti e deglutire consentirà all’acido dello stomaco di uccidere il COVID-19. Fare un bagno caldo regolarmente ti impedirà di contrarre il virus.

Questi sono solo alcuni dei suggerimenti forniti in un file Clip audio di sette minuti Una donna che afferma di essere la legislatore taiwanese Tsai Bi Ruo ha circolato sull’app di messaggistica sociale LINE nell’ultima settimana.

Viene fornito con una nota di accompagnamento in cinese tradizionale: “Molto importante! Ascolta tutto! È Tsai Pi-ru (Informazioni) condividi, l’ho ascoltato due volte, per riferimento”.

La clip audio e il consiglio si sono rivelati falsi e Tsai, un’infermiera qualificata che si era offerta volontaria negli ospedali durante la pandemia, si è mossa rapidamente per esporre la loro falsità. Ma tali post circolano sui social media taiwanesi da quando è iniziata la più grave epidemia di COVID-19 sull’isola all’inizio di questo mese.

“A partire dal 12 maggio (il giorno dopo che Taiwan ha annunciato la trasmissione comunitaria), c’è stata molta disinformazione nel tentativo di creare panico a livello locale a Taiwan”, ha affermato Puma Shen, direttore di DoubleThink Labs, una ONG con sede a Taipei che tiene traccia della disinformazione e del digitale sorveglianza. .

Ha detto che le campagne di disinformazione hanno assunto varie forme nell’ultimo mese.

Sono apparsi prima sugli account Twitter, poi su YouTube e nelle chat individuali e di gruppo su LINE. Successivamente, sono comparsi messaggi vocali che affermavano di essere membri dell’élite taiwanese.

Negli ultimi giorni, sulle pagine Facebook sono stati diffusi anche post falsi di siti di notizie come il Liberty Times di sinistra e l’Apple Daily di Hong Kong, a favore della democrazia, diretti agli amanti degli animali e ai sostenitori del presidente Tsai Ing-wen, sostenendo che lei e Shen ha affermato che altre élite politiche si erano segretamente contratte con il COVID-19.

Le notizie false sono state anche accompagnate da quelle che Shen chiama pubblicazioni di “propaganda” con accuse come l’offerta della Cina di vendere un vaccino COVID-19 a Taiwan, che ha lottato nell’ultimo anno per ottenere dosi sufficienti per i suoi 23 milioni di persone, sebbene un il vaccino è previsto per questa estate.

READ  I manifestanti del Primo Maggio marciano per una migliore protezione del lavoro in mezzo alla pandemia

Semina discordia e panico

Mentre le campagne di disinformazione non sono una novità a Taiwan, che è regolarmente presa di mira dalla buona macchina di propaganda cinese e dai suoi sostenitori locali, la recente campagna COVID-19 ha gravi implicazioni per la salute.

Durante il fine settimana, il vice ministro dell’Interno Chen Cong-yen ha affermato che i post sulla salute del presidente erano “notizie false spregevoli” che equivalevano a una “guerra cognitiva” contro i taiwanesi.

“Rispetto all’anno scorso, la disinformazione di quest’anno è molto peggiore e pericolosa e uno dei motivi del panico pubblico” ha affermato Robin Lee, project manager per MyGoPen, un sito Web indipendente di verifica dei fatti a Taiwan il cui nome è simile all’inglese.

Taiwan ha intensificato le restrizioni COVID-19 per contrastare un nuovo focolaio del virus, che è stato anche accompagnato da un’ondata di disinformazione che circola sui social media. [Chiang Ying-ying/AP Photo]

La società taiwanese è stata particolarmente esposta alle fake news nell’ultimo mese mentre è alle prese con il suo primo blocco parziale a livello nazionale dopo un anno e mezzo di contenimento del virus.

Sebbene i casi giornalieri vadano da 200 a 300 – basso rispetto a paesi vicini come il Giappone – l’epidemia è la più grave mai vista e in alcuni ambienti un’enorme perdita di morale.

L’anno scorso, Taiwan ha trascorso più di 250 giorni senza un singolo caso locale di coronavirus e fino alla fine di aprile, il numero totale di casi locali si aggirava intorno ai 1.200 grazie a un forte programma di tracciamento dei contatti e alla quarantena obbligatoria di 14 giorni per i viaggiatori.

Tuttavia, l’ultimo focolaio è stato collegato ai piloti della compagnia di bandiera China Airlines – che devono sottoporsi a un periodo di quarantena più breve – e ha portato il governo a chiudere le scuole in tutta l’isola per la prima volta dall’inizio del 2020 e a invitare i residenti a lavorare da casa quando possibile.

Isola delle notizie false

Con la comparsa di stazioni di test rapidi in tutta Taiwan e una ripresa degli acquisti di panico, che spazzano via temporaneamente le sezioni di spaghetti istantanei di molti negozi di alimentari, anche le notizie false sono tornate. Ma questa volta, molti dei post e dei messaggi sembravano più credibili.

READ  Sabato il New Brunswick ha riportato 10 nuovi casi di COVID-19, una pietra miliare del vaccino

In precedenza, era facile individuare notizie false e volantini di propaganda dalla Cina: il cinese semplificato (usato sulla terraferma) a volte si infilava o conteneva parole che gli stessi taiwanesi potevano trovare strane. Ma questa volta, la nuova cache dei post sembrava essere più credibile.

Si sta diffondendo una nuova ondata di messaggi vocali finanziati dalle agenzie governative cinesi. Secondo un rapporto del 2020 della società di sicurezza informatica statunitense Recorded Future, i taiwanesi locali ora addebitano tra $ 730 e $ 1.460 al mese per produrre post sui social media – vicino al salario medio mensile sull’isola – per scrivere ed esprimere questi script.

Mentre Facebook ha represso la disinformazione e le notizie false, i messaggi sono diventati virali su LINE, YouTube, Instagram e PTT, la versione taiwanese di Reddit. I post recenti si sono concentrati su COVID-19, ma hanno anche trattato delle elezioni presidenziali di Taiwan del 2020 e di Tsai, che si è candidato per un secondo mandato come presidente.

Zongchai, la mascotte dello Shiba Inu dei Centers for Disease Control and Prevention, ricorda ai residenti di mantenere le distanze sociali e di indossare maschere per il viso per controllare l’epidemia di COVID-19.

Molto, ma non tutto, questo lavoro è stato collegato al Dipartimento del lavoro del Fronte unito cinese, alla Lega della gioventù comunista e a un esercito indipendente di troll online, secondo il Center for Strategic and International Studies con sede negli Stati Uniti.

Alcuni di questi sono anche prodotti localmente, ha detto il CSIS, da taiwanesi che potrebbero sostenere legami più stretti con la Cina, che rivendica l’isola come propria, o che semplicemente odiano l’amministrazione Tsai.

Shen di DoubleThink Labs ha affermato che i video, in particolare, sono stati ricondotti a content farm gestite da cinesi di etnia in Malesia.

attacco carino

MyGoPen e Taiwan FactCheck Center sono solo due organizzazioni che operano a livello locale per dissipare le campagne di disinformazione ed esporre notizie false sui loro siti Web e quindi condividere informazioni tramite account di social media.

Il CDC sta trasmettendo in diretta streaming le sue conferenze stampa pomeridiane quotidiane su più piattaforme per informare i taiwanesi delle ultime statistiche e protocolli sanitari, ma ha anche fatto affidamento sull’umorismo e sui meme per affrontare la disinformazione.

Una campagna di successo ha caratterizzato Zongchai, la mascotte del cane di Shiba Inu al CDC. Zongchai appare regolarmente nei messaggi del CDC sui numeri dei casi recenti e sui consigli pratici, come la lunghezza corretta per il distanziamento sociale: ovvero la lunghezza di tre linee di Shiba inos da naso a naso.

READ  Il censimento degli Stati Uniti dà a Texas e Florida più seggi al Congresso | Notizie elettorali

Sebbene i messaggi siano utili, svolgono un buon ruolo nell’apprezzamento del popolo taiwanese per i simpatici meme, con persino il sovrano autoritario di Taiwan Chiang Kai-shek che riceve il trattamento dei cartoni animati nelle pubblicazioni LINE dal suo partito di una volta, il Kuomintang.

La mascotte del piccione Zongchai del Ministero degli Affari Esteri, che annuncia regolarmente modifiche alle restrizioni di viaggio di Taiwan, fa parte della sua risposta “2-2-2” alla disinformazione: rispondere in 20 minuti con 200 parole e due immagini dà la priorità “all’umorismo pettegolezzo.”

(Traduzione: pubblicato il 24 maggio 2021. “Sospetto di cremazione da polmonite a Wanhua”. Diffusione di informazioni false sul sito web]

Questa cosiddetta “architettura meme” mira a “confezionare il messaggio in un modo così divertente che devi semplicemente condividerlo”, ha dichiarato il ministro del digitale taiwanese Audrey Tang alla Strategic Research Foundation francese nell’aprile dello scorso anno.

Ma per ogni simpatico post di Shiba Inu mostrato dal CDC, compare un altro messaggio falso.

All’inizio di questa settimana, MyGoPen ha smentito una voce secondo cui gli Stati Uniti avevano troppe dosi extra di vaccino che iniziavano a vaccinare cani e gatti. Un’altra lettera affermava che il vaccino Pfizer-BioNTech è efficace solo al 29,5% nonostante i dati scientifici riportassero tassi di efficacia superiori al 90% per il virus originale e le varianti emergenti.

Una cosa è certa: mentre Taiwan lotta ferocemente per frenare quest’ultima ondata di infezioni, funzionerà il doppio del tempo per reprimere i falsi meme.